Lo Squartatore di New York

Lo Squartatore di New York

25,90€
Disponibile

Etichetta: Shameless
Codice articolo: prd14416
Categoria: BLU RAY
Caratteristiche
Anno: 1982
Regista/Autore: L. Fulci
Tipologia: Nuovo
Trama

New York. Il tenente Fred Williams (Jack Hedley) indaga sull'omicidio di una ragazza morta e apprende dalla testimonianza della proprietaria dell'albergo dove la vittima viveva che la ragazza aveva un appuntamento con qualcuno che parlava come un paperino da cartoni animati. Rosie (Cinzia De Ponti) va a finire in bicicletta contro l'auto di un tizio in attesa di salire sullo Staten Island Ferry e subisce una rabbiosa reazione. Una volta sul traghetto si introduce di nascosto sull'auto del tizio per scrivergli frasi ingiuriose per vendicarsi, ma è brutalmente uccisa da qualcuno che parla come un papero da cartoni animati. L'anatomo-patologo rivela a Williams che lo stile dell'affettamento è lo stesso dell'altra ragazza e quindi c'è un serial killer in azione. Dopo la serie di film metafisico-soprannaturali, Lucio Fulci torna a una realtà sporca e malata, immersa negli aspetti più volutamente squallidi della metropoli. La storia (scritta da Gianfranco Clerici, Vincenzo Mannino, Dardano Sacchetti e Fulci) è tradizionale nell'impianto – un serial killer uccide, la polizia lo cerca, si deve scoprire chi è – e trova il suo maggiore punto di interesse nel fatto che l'enfasi non è data tanto alle indagini o allo sviluppo narrativo, ma ai delitti inscenati quasi come vignette a sé stanti con una crudeltà inusitata che ha fatto discettare per anni sulla misoginia di Fulci, visto che le vittime sono donne. Quello che traspare più fortemente, però, anche al di là della risoluzione non eccezionale della vicenda, è il senso di morte e di decadimento che permea il film, offrendo una visione del mondo cupa e con ben poca speranza. La ricerca del sesso è strettamente collegata alla morte e in alcuni casi – come in quello della ninfomane interpretata da Alexandra Delli Colli – l'erotismo è visto come qualcosa di tormentato e malato, senza speranza sin dall'inizio. Più che misoginia sembra pessimismo sulla natura umana, non infrequente in Fulci. Spietato ed efferato nella rappresentazione della morte (famoso l'omicidio mediante lametta da barba in tutti i suoi grafici dettagli), il film è diretto con ottima padronanza e presenta un cast ricco di nomi noti nel genere o curiosi: Andrea Occhipinti appartiene alla seconda categoria e offre un'interpretazione singolarmente straniata. Ottimo Howard Ross (al secolo Renato Rossini) in un ruolo veramente laido. Ci sono anche, oltre ai già citati, Cosimo Cinieri (come Laurence Wells), Paolo Malco, Daniela Doria, Zora Kerova, Rita Silva, Barbara Cupisti e Lucio Fulci nel suo consueto cameo. Jack Hedley, caratterista inglese di lungo corso (soprattutto televisivo), fa un poliziotto da noir un po' bollito e Almanta Suska (come Almanta Keller) è una sopravvissuta che indaga

Chi ha comprato questo articolo ha comprato anche uno di questi
MissingVideo.com © 2019 - Realizzato da StudioWeb76.com - P.Iva 01264030196