La Notte dei morti viventi

La Notte dei morti viventi

5,90€
Non disponibile

Etichetta: Quinto piano
Codice articolo: dho0196
Categoria: DVD » Film Horror
Caratteristiche
Anno: 1968
Regista/Autore: G. Romero
Tipologia: Nuovo
Trama

Per ragioni imprecisate (si accenna in maniera ambigua a radiazioni venute da Venere tramite un satellite spaziale), i morti tornano in vita e, costretti a uccidere gli esseri umani per cibarsene, assediano, tra le altre, una piccola comunità improvvisata riparatasi in una casa i cui proprietari sono stati uccisi. La lotta sarà lunga e dura, mentre squadre di soccorritori ripuliscono la zona circostante uccidendo gli zombie. Tra gli assediati i rapporti non sono dei migliori: in particolare è feroce lo scontro tra il nero Ben (Duane Jones), la figura più positiva del film, e il gretto Cooper (Karl Hardman). E i morti viventi stringono sempre più l'assedio. Concepito come una tragica parabola sull'atteggiamento dell'uomo nei riguardi dei propri simili nella società moderna, il film va dritto al bersaglio con coerenza ed efficacia, attaccando con l'affilata lama di un'esplicita metafora alcuni punti fermi del sistema civile, non ultima la famiglia. In questo senso è rimasta famosa la scena in cui la bambina, resa zombie dal morso di un morto vivente (secondo una pratica di stampo licantropesco che, da qui in poi, verrà adottata in tutto il filone dei morti viventi, caratterizzandolo con connotazioni apocalittiche di piaga vera e propria, di moderna infezione virale), divora la madre. Un punto centrale del film – e della successiva opera di Romero – è l'accento sul “gusto” di uccidere che si sprigiona dalle individualità contorte e represse della nostra società e che potenzialmente sembra presente in chiunque. In questo senso, e non solo in una ricerca dell'effetto “amaro” a tutti i costi, si giustifica la mancanza di lieto fine che è un'altra delle piccole rivoluzioni operate da Romero e che nel film è però del tutto consequenziale e logica: una matematica risultante delle premesse. Realizzato quasi come un'opera teatrale, con prevalenza degli interni sugli esterni e dei dialoghi sull'azione, La notte dei morti viventi dà ampio spazio all'approfondimento delle psicologie dei personaggi, spesso con notevoli finezze di scrittura. Dal punto di vista formale, appare ancora oggi di una bellezza stupefacente con una splendida fotografia in bianco e nero che esalta il carattere ossessivo della storia. Stilisticamente, inoltre, il film è compatto e rigoroso e mostra sin dall'esordio le qualità autoriali di George A. Romero (1940). Certo, non è opera esente da difetti, dovuti all'inesperienza e alla mancanza di mezzi, ma la sua efficacia complessiva è notevole. Un capolavoro assoluto: è il film che ha cambiato l'horror e i suoi meriti non si limitano a questo. Purtroppo, esiste anche la cosiddetta edizione del 30° anniversario (1998) curata da John Russo (coautore della sceneggiatura originale) che toglie alcuni pezzi del film, ne aggiunge altri (orribili), girati ex novo, e sostituisce le musiche: da evitare. Notevole successo di pubblico: la stima dell'incasso mondiale è di circa 30 milioni di dollari lordi a fronte di un budget di 114.000 dollari. Purtroppo, per una serie di sfortunate circostanze, quasi nulla di tutto ciò arrivò nelle tasche dei creatori

Chi ha comprato questo articolo ha comprato anche uno di questi
MissingVideo.com © 2020 - Realizzato da StudioWeb76.com